Vene varicose! Rimedi e soluzioni efficaci.

Gli esperti consigliano una dieta ricca di frutta e verdura!

Ma siamo davvero in grado di cambiare la nostra dieta, per risolvere questo problema?

Prima di tutto vediamo nel dettaglio cosa sono e come puoi lavorarci, con i metodi più semplici e meno drastici per non stravolgere la tua vita, a causa di capillari o vene varicose.

Se sono accompagnate da “classiche” striature bluastre e sporgenti lungo gambe e cosce queste sono note semplicemente come varici o vene varicose.

Cominciamo inquadrando il problema. Le varici sono vene superficiali delle gambe, per lo più vene tributarie della grande o della piccola safena, molto dilatate e nelle quali il sangue scorre a fatica a causa del cedimento delle pareti venose, che determina l’allargamento dei vasi e il loro allungamento a forma di serpente.

I sintomi piu comuni quali sono?

Dolore, sensazione di pesantezza delle gambe, prurito e gonfiore delle caviglie?

L’alterazione strutturale, su base infiammatoria, non consente più alle valvole interne della vena di impedire che il sangue refluisca verso il basso, finendo con l’accumularsi nei vasi venosi per forza di gravità. Sono generalmente precedute o accompagnate dalle teleangectasie, note come “capillari”.

Perchè affliggono soprattutto le donne? La comparsa sembra essere infatti favorita da fattori ormonali, dalla gravidanza, e occupazioni che costringono a restare a lungo in piedi e per tutti indistintamente da un eccesso di peso.

Le varici vengono generate principalmente da:

  • aumento della pressione intraluminale venosa (causata ad es. da compressione dei vasi)
  • trombosi delle vene profonde;
  • insufficienza delle valvole venose.

Esiste una predisposizione genetica alla costituzione della debolezza delle pareti venose, oltre a fattori a rischio tipicamente femminili e alla posizione eretta che agevolano la patologia. Le vene, diversamente dalle arterie, non posseggono uno strato muscolare molto sviluppato, quindi la vena si dilata quando la parete tende a rilasciarsi, a causa di una quantità di sangue transitante superiore alla norma oppure per un suo rallentamento.

Questo processo può essere contrastato dai muscoli che circondano la vena, ma se la loro spinta è insufficiente allora la dilatazione può divenire costante. L’evoluzione della malattia varicosa nella maggioranza dei casi è ascendente dal basso verso l’alto. La gravidanza, l’età e l’obesita rappresentano fattori di rischio specifici per le donne.

Le norme igieniche più importanti da seguire per prevenire o limitare l’insorgenza delle vene varicose e capilllari, sono:[

  • Camminare almeno un’ora al giorno;
  • Chi è costretto a prolungate posizioni in piedi, dovrebbe eseguire periodicamente esercizi ginnici di “allungamento”;
  • Chi invece assume a lungo una posizione seduta, dovrebbe ogni tanto sgranchire le gambe;
  • Evitare la lunga esposizione al caldo;
  • Indossare calze elastiche;
  • Evitare bagni con acqua troppo calda;
  • Evitare di indossare calzature strette;
  • Dormire mantenendo una posizione dei piedi più alta rispetto alla testa;
  • Mantenere un peso corporeo nella norma;[
  • Adottare una dieta ricca di Vitamina C e di fibre.

Trattamenti chirurgici possibili nei casi meno gestibili con integratori specifici.

  • Crossectomia: consiste nella legatura della safena interna a raso della vena femorale comune e nella legatura di tutte le affluenti dell’arco safenico. La stessa cosa si può fare per la piccola safena effettuando la legatura a raso della vena poplitea. Questo intervento può essere eseguito da solo o associato allo stripping.
  • Stripping lungo:  consiste nell’eseguire una legatura della safena interna (o grande safena) o esterna (o piccola safena)  alla cross (crossectomia) e successivamente asportare l’asse safenico fino al malleolo
  • Stripping corto: si esegue per la safena interna. Consiste nell’asportazione della vena dall’inguine fino al ginocchio
  • Scleroterapia: consiste nella iniezione nella vena di una sostanza capace di innescare una flebite chimica e successivamente di obliterare la vena. L’obliterazione della vena ha gli stessi effetti della sua asportazione
  • Laserterapia: consiste nell’inserire nella vena una sonda Laser e successivamente bruciarla in modo da ottenerne una obliterazione simile a quella della scleroterapia.
  • CHIVA: trattamento chirurgico, mininvasivo, conservativo, ambulatoriale con anestesia locale, basato sui principi dell’emodinamica mediante l’uso dell’Color Doppler. Consiste nel chiudere l’origine dei flussi sanguigni anormali dovuti all’incontinenza valvolare e responsabili della dilatazione varicosa delle vene.

Prima di tutto ti consiglio di fare una prova con un integratore. “Nella mia famiglia il problema delle vene varicose è genetico ed io di conseguenza ho fatto prevenzione per evitare l’insorgere dello stesso.

Ma ho ancora qualcosa da suggerirti perchè proprio questi giorni ho fatto un regalo a mia moglie e si sta trovando molto bene, quindi pensavo di condividerlo con tè, è uno stimolatore per sgonfiare le gambe e ritirare le vene capillari.

Mara, “mia moglie”dice che le gambe si gonfiano decisamente meno e le vene blu si sono ritirate di parecchio, “il suo lavoro si svolge in piedi e quando torna la sera le gambe sono parecchio stressate. Dopo una settimana di utilizzo la sento felice. Lo trovato solo su Amazon, io prendo quasi tutto li per una questione di garanzia e serietà. Ti metto il link sotto alla pagina se vuoi vedere il prodotto, ti assicuro che è facile da usare e leggero da gestire nel divano la sera. Il prezzo lo trovato un po alto sinceramente . Ma è una novità e io ne sono ghiotto. Comunque mi sembra si chiami veinoplus ti metto qui il link

Questo integratore lo usato io quindi mi sento di parlartene nel dettaglio in modo che anche tu possa trarne un beneficio concreto.

Si chiama “Varicorin” e protegge le tue vene?

Il segreto dell’efficacia di Varicorin è la sua formula avanzata, che grazie ad un effetto sinergico influisce su molti aspetti della salute dei vasi sanguigni. Gli ingredienti sono stati selezionati in modo tale da combattere i problemi più comuni che colpiscono persone con disturbi della circolazione o persone che soffrono di gambe pesanti e gonfiore.

Venocin® – Estratto standardizzato di alta qualità ottenuto da semi di castagno. Contiene almeno il 20% di escina, riconosciuta come elemento che riduce il gonfiore, e ha un effetto antinfiammatorio e analgesico. Prove cliniche dimostrano l’efficacia della terapia con il castagno nel trattamento di edema delle gambe, vene varicose, emorroidi e insufficienza venosa cronica.

Centellin® – Estratto naturale di centella asiatica, contenuto standard fino all’8% di triterpeni. Prove cliniche effettuate su pazienti con vene varicose hanno dimostrato l’efficacia della pianta nella lotta contro questo disturbo. I componenti attivi della centella asiatica migliorano la circolazione venosa, contrastano la sensazione di pesantezza delle gambe e hanno proprietà che regolano i processi metabolici nel tessuto connettivo e nelle pareti dei vasi sanguigni.

Vitamina C dall’estratto di grano saraceno – Una formula completamente naturale e perfettamente assimilabile di vitamina C ottenuta dai semi di grano saraceno. Aiuta il corpo nella produzione di collagene per garantire il corretto funzionamento di vene, arterie e piccoli vasi sanguigni.

Esperidina – Uno degli ingredienti più conosciuti utilizzati negli integratori per le vene varicose e capillari. L’esperidina da 150 mg contenuta nel supplemento garantisce il suo effettivo funzionamento.

Vite – Conosciuta anche con il suo nome latino vitis vinifera, ha un effetto antiossidante molto forte con benefici positivi sulla salute cardiovascolare. Inoltre, ha anche un effetto positivo sul mantenimento di valori regolari della pressione sanguigna, aspetto particolarmente importante nelle persone con vene varicose.

Amamelide – L’estratto di amamelide aiuta efficacemente la corretta circolazione sanguigna e a preservare la salute delle pareti dei vasisanguigni. È accreditato con proprietà anti-infiammatorie e combatte la sensazione di pesantezza o gonfiore delle gambe.

Come si usa ?

Assumere 2 capsule al giorno, preferibilmente 30 minuti prima dei pasti. Assumere il prodotto con circa 300 ml di acqua. Ogni confezione contiene 60 capsule.

Il prodotto ha una garanzia di rimborso?

. Se il prodotto non soddisfa le aspettative, basta restituire la confezione entro 90 giorni per ottenere il rimborso. E questo è un aspetto fondamentale, perchè possiamo dedurre che l’azienda fornitrice sa il fatto suo.

Se vuoi aiutarmi a mantenere in forma questo blog puoi farlo gratis Semplicemente Iscrivendoti .

Posterò diete semplici  divertenti e consigli efficaci per mantenerti in forma

Per quanto riguarda le mie prove ed esperienze, questi sono i prodotti migliori sul mercato, perchè funziono davvero,                        e soprattutto rispettano il nostro organismo. Ricordati che se dovessi acquistare da questa azienda ordinando un trattamento per l’intero periodo di cura almeno di 6 mesi risparmierai un bel pò di euri.

Questo è il link per vedere tutte le caratteristiche del prodotto e ovviamente il prezzo

Ti auguro il meglio dai tuoi sforzi, perchè tu sia felice di vivere questa splendida e ricca vita.

Aiuta questo blog a crescere

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Aiuta questo blog a crescere